In Lombardia si rafforza l’apprendistato come strumento per gli studenti del terzo e quarto anno dei licei e degli istituti tecnici e professionali. Lo ha annunciato mercoledì  l’assessore regionale all’istruzione, formazione e occupazione Valentina Aprea, al termine della seduta di giunta, nel corso della quale è stato approvato il progetto di legge di riordino del sistema dell’istruzione previsto dal Jobs Act che “anticipa molte novità che si stanno predisponendo a livello nazionale, in particolare sul tema dell’apprendistato”.

In concreto le aziende dovranno trasformare il 5% dei percorsi di formazione con gli studenti in regolari contratti di apprendistato. Per incentivare la misura, il Pirellone mette a disposizione, per il periodo 2015-2016, quattro milioni (mentre nei prossimi anni dovrebbe diventare obbligatorio anche senza finanziamento).

Obiettivo dell’intervento è quello di facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro già durante il quinquennio scolastico contribuendo ad abbattere la disoccupazione giovanile, meno alta che in altre regioni ma che ha raggiunto nel 2014 la considerevole soglia del 20,1%.