Senza titolo-1

Martedì 16 giugno, presso la sede di Unindustria Frosinone, è stato presentato “Torno Subito”, un progetto di carattere professionalizzante indirizzato ai giovani dai 18 ai 35 anni.

Questa iniziativa offre l’opportunità, per tutti coloro che desiderino compiere autonomamente esperienze formative al di fuori della regione Lazio (paesi esteri compresi), di poter usufruire di un sostegno che copra le spese di viaggio, alloggio ed eventualmente il costo dei corsi che si desidera intraprendere. Sarà anche possibile svolgere formazione on the job, ovvero prestando servizio presso aziende partner del progetto situate al di fuori della regione Lazio.

A completamento dell’iter i ragazzi dovranno necessariamente “rientrare a casa” per poter poi effettuare, in un secondo momento, tirocini retribuiti presso realtà situate sul territorio. Come si evince anche dal nome, il progetto “Torno Subito” vuole porsi come una decisa risposta alla sempre più numerosa fuga di giovani talenti che, dall’Italia, preferiscono stabilirsi all’estero per lavorare.

L’iniziativa è alla sua seconda edizione e i risultati finora ottenuti fanno decisamente ben sperare: nel 2014 sono stati attivati quasi 500 progetti, grazie ai finanziamenti del Fondo Sociale Europeo 2014/2022 per un totale di 12 milioni di euro. Quest’anno si conta di raddoppiare i numeri, con oltre 1000 progetti in previsione, grazie anche alla collaborazione di circa 500 partner, tra aziende, scuole ed enti di ricerca.

Ricordiamo che c’è tempo fino al 6 luglio per iscriversi al bando e che è possibile presentare progetti che coinvolgano qualsiasi tipo di disciplina di studi. Per le modalità di candidatura vi rimandiamo al sito ufficiale http://www.tornosubito.laziodisu.it/bando-2015/

Simone Pivotto – © Riproduzione riservata

Simone Pivotto si occupa per ACTL di marketing e comunicazione. Da sempre appassionato di nuovi media, opera come formatore in ambito social media marketing. Coniuga il mondo del digital con quello delle risorse umane lavorando all’inserimento dei profili più giovani nel mondo delle professioni digitali.