Senza titolo-1

Gli sgravi fiscali previsti dal JobsAct porteranno alla creazione di oltre un milione di contratti di lavoro tramite la nuova formula a tutele crescenti . Questi sono i dati esposti da Marina Calderone, Presidente nazionale dei Consulenti del Lavoro, durante la presentazione della la sesta edizione del “Festival del Lavoro”, che si è tenuto a Roma dal 24 al 27 giugno.

I risultati, tuttavia, se letti attentamente, dipingono un quadro tutt’altro che positivo. Di tutti i contratti che verranno stipulati nel corso del 2015, si calcola che solo il 13% sarà composto da nuove assunzioni, mentre nella stragrande maggioranza dei casi saranno solamente trasformazioni di contratti già in essere. Emerge, dunque, un fortissimo ridimensionamento dei benefici attribuiti alla riforma che sortisce, di fatto, effetti assai limitati sulla creazione di nuovi posti di lavoro.

Inoltre le risorse, tutto sommato scarse, destinate in sede di legge di stabilità alla copertura finanziaria degli sgravi fiscali per le aziende, non saranno sufficienti nel caso si rivelasse corretto il trend indicato dal governo: si stimano infatti in oltre 1 milione e mezzo il numero dei soggetti beneficiari ed in tal caso ci ritroveremmo di fronte ad un buco di oltre 4 miliardi di euro

Marina Verderajme – © Riproduzione riservata

Marina Verderajme è Presidente di ACTL, Associazione di Promozione Sociale, accreditata dalla Regione Lombardia e dalla Regione Siciliana per i servizi per il lavoro e certificata Iso 9001. Opera nel mondo del lavoro e dello stage attraverso www.sportellostage.it e Recruit, società di ricerca e selezione per profili giovani