Senza titolo-1

Nuove opportunità formative presso le ambasciate italiane all’estero. Il Ministero degli Affari Esteri, il Miur e la Fondazione Crui (Conferenza dei rettori delle università italiane) hanno recentemente sottoscritto l’intesa per un Programma di tirocini curriculari presso le Rappresentanze diplomatiche italiane.

L’iniziativa, che ha trovato ampi consensi parlamentari, è realizzata a favore di laureandi indirizzati verso la carriera diplomatica o carriere internazionali e si colloca nell’ambito della campagna di promozione della candidatura italiana al Consiglio di sicurezza. Grazie al Programma di tirocini fino a 400 studenti universitari potranno fare esperienza presso le sedi diplomatiche dell’Italia all’estero, dall’1 ottobre al 31 dicembre 2015. I tirocinanti riceveranno borse di durata trimestrale di un importo minimo pari a 400 euro mensili.

«La convenzione rilancia il programma di tirocini per studenti universitari presso le sedi diplomatiche all’estero», ha dichiarato il ministro Paolo Gentiloni sulle colonne di Italia Oggi. «I laureandi avranno modo di effettuare un’esperienza formativa attraverso la partecipazione diretta alle attività delle nostre Rappresentanze diplomatiche per la promozione della candidatura italiana al Consiglio di sicurezza. La collaborazione con il Miur permetterà il cofinanziamento del programma, la cui realizzazione sarà assicurata dal prezioso contributo della Fondazione Crui nel processo di selezione dei candidati più meritevoli. L’iniziativa è stata fortemente sostenuta dal governo – che ha stanziato un fondo dedicato – per aprire ai giovani nuove ed attraenti opportunità formative.

Marina Verderajme – © Riproduzione riservata

Marina Verderajme è Presidente di ACTL, Associazione di Promozione Sociale, accreditata dalla Regione Lombardia e dalla Regione Siciliana per i servizi per il lavoro e certificata Iso 9001. Opera nel mondo del lavoro e dello stage attraverso www.sportellostage.it e Recruit, società di ricerca e selezione per profili giovani