Il 15 gennaio è stato aperto il bando per partecipare al Programma S.P.A. – Sperimentazioni di Politiche Attive (botteghe), finalizzato a migliorare il livello di occupabilità dei giovani dai 18 ai 35 anni tramite interventi su scala nazionale. Il programma, ideato da Italia Lavoro, ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, intende promuovere e finanziare l’attivazione di stage formativi attraverso il finanziamento di “Progetti Bottega” per favorire in tal modo la trasmissione di competenze altamente specialistiche ai giovani, consentire il ricambio generazionale e dare nuova linfa vitale all’imprenditoria.
Sono previsti 934 percorsi di tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo della durata di 6 mesi, dei quali 539 in Calabria, Campagna, Puglia e Sicilia e 395 nelle restanti regioni.
Il progetto è supportato da uno stanziamento di risorse pari a 5.220.000 di euro che verranno ripartiti tra i vari progetti. Possono accedere al bando sia le botteghe “settoriali”, ovvero che si occupano di un particolare stadio del ciclo produttivo, sia le botteghe di “filiera”, che concorrono cioè alla creazione, distribuzione, commercializzazione e fornitura del prodotto finito.Sono altresì ammesse tutte quelle aziende che operano nel campo dell’artigianato digitale, con particolare riferimento a stampa e modellazione 3D, tecnologie di “open hardware” e lavorazioni quali taglio laser e fresatura a controllo numerico. La dead-line per la presentazione dei progetti (che, ricordiamo, deve essere fatta con il supporto di un soggetto promotore di tirocini) è l’8 marzo 2016 alle ore 12, giorno in cui si completerà la prima fase del bando. In seguito tutti i progetti selezionati passeranno alla fase successiva nella quale verranno raccolte le candidature avviati i processi di selezioni dei beneficiari.
Per saperne di più vi rimaniamo al sito di Italia Lavoro: www.italialavoro.it