Anche per il 2016 si rinnova un’ opportunità formativa da non farsi sfuggire: tornano infatti le offerte di tirocinio all’interno della ambasciate, presso le rappresentanze del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. È possibile inviare la propria candidatura al bando, messo a punto da Ministero degli Esteri, Miur e Conferenza dei rettori universitari, entro e non oltre il 25 gennaio e per potervi accedere occorrono alcune caratteristiche: nazionalità italiana, età non superiore a 28 anni, titolo di studio coerente con la posizione ( ad esempio economica, giurisprudenza, sociologia, comunicazione, ecc.) ed appartenenza ad uno dei 43 atenei che hanno aderito al progetto. Completa il quadro una buona conoscenza della lingua inglese (pari almeno al livello B2, secondo quanto indicato dal quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue), una media almeno del 27 e l’aver ottenuto almeno 60 crediti universitari nel corso di laurea magistrale o 240 in quella a ciclo unico del vecchio ordinamento.
I posti disponibili sono 82 e i tirocini, della durata di tre mesi, avranno luogo nel periodo che va dal 18 aprile al 18 luglio. Ad ogni partecipante verrà corrisposta un’indennità mensile pari a 400 euro o 200 euro più alloggio. Tutte le richieste che verranno presentate  correttamente tramite il sitohttp://www.crui.it/tirocini/tirociniwa/ saranno prese in carico dalle università di appartenenza degli studenti e sottoposte ad una prima selezione. In seguito i candidati rimanenti saranno valutati da un’apposita commissione del Ministero degli Esteri e della Fondazione Crui (l’ente che gestisce i tirocini) che decreterà gli idonei a ricoprire le posizioni offerte.
Si tratta certamente di un’opportunità  unica ed altamente formativa, ottima per dare una forte impronta al proprio curriculum e ideale per chi sogna una carriera diplomatica.