Monthly Archives: marzo 2016

Home/2016/marzo

Italia seconda in Europa per le tasse sul lavoro

L’Italia “risulta al secondo posto quanto al prelievo gravante sui redditi da lavoro, con il 42,8%, quasi otto punti oltre la media europea” secondo quanto recentemente registrato dalla Corte dei Conti.

Inoltre siamo al “terzo posto” per il prelievo sui “redditi d’impresa, circa il 26%, ossia ben oltre […]

By | 2016-10-17T16:26:34+00:00 26, 03, 2016|News|

Internazionalizzazione e ricerca: ecco la “cura” per le aziende italiane

All’indomani della crisi economica il tema dell’internazionalizzazione è diventato di vitale importanza per la sopravvivenza delle piccole e medie imprese. È opportuno non confondere tale concetto con quello della delocalizzazione, considerato da molti come semplice stratagemma per l’abbattimento dei costi. Internazionalizzare significa invece essere in grado di offrire di più lì dove aumenta […]

By | 2016-03-20T20:45:25+00:00 20, 03, 2016|News|

Contratti a tempo indeterminato attivati nel 2015: il 61% con decontribuzione

l 61% del totale dei contratti di lavoro a tempo indeterminato attivati nel 2015 è beneficiario di esonero contributivo: su 2milioni363mila assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratto a termine, 1milione442mila hanno potuto beneficiare degli incentivi straordinari previsti dal governo. Lo rileva un’analisi del Centro Studi “ImpresaLavoro” effettuata su dati Inps.

Complessivamente […]

By | 2016-10-17T16:26:35+00:00 20, 03, 2016|News|

Lo Smart Work in Italia: le infrastrutture ci sono, ma manca la “cultura”

Non è la prima volta che ci soffermiamo sull’importante fenomeno dello Smart Work: la possibilità di svolgere la propria mansione da casa non deve essere sottovalutata, in quanto si rivela portatrice di molteplici ricadute positive sul mercato del lavoro, sia in termini di produttività che di costi. L’argomento è ormai approdato in Senato ed è in […]

By | 2016-10-17T16:26:37+00:00 12, 03, 2016|News|

Divario competenze – occupazione: Italia fra i peggiori

L’Italia è tra i Paesi Ue con il più alto tasso del cosiddetto ‘skills mismatch’, ovvero la mancata corrispondenza tra le abilità di un lavoratore e quelle richieste dal mercato del lavoro. Lo rivela l’ultimo rapporto sul tema della Commissione europea ripreso dall’agenzia ANSA, secondo il quale Italia, Belgio e Irlanda sono in […]

By | 2016-03-20T20:29:28+00:00 12, 03, 2016|News|