Prepararsi all’ingresso nel mondo del lavoro si rivela spesso un’impresa non facile, le aziende cambiano, così come il mercato del lavoro con un rapporto domanda/offerta sempre incerto e non allineato, anche a causa di competenze tecniche che si evolvono molto velocemente. Anche per questo oggi sono soprattutto altre le skills che fanno davvero la differenza e il World Economic Forum ha voluto stilare la top10 delle capacità più richieste e apprezzate.

Eccola:

10) Flessibilità cognitiva: in altre parole si tratta di una delle funzioni esecutive, capacità che entrano in gioco quando si deve rispondere a situazioni non consuete. In particolare, qui, si fa riferimento alla flessibilità di risposta, cioè l’abilità di attuare comportamenti diversi in base al cambiamento di regole o del tipo di compito.

9) Negoziazione: è un’attività strategica per creare benessere economico e relazionale, sia a livello aziendale che individuale, perché incide sull’aspetto finanziario, sulla reputazione e sull’autorevolezza ma spesso ci si trova a improvvisare nel momento in cui bisognerebbe esercitarla.

8) Service orientation: si tratta di una predisposizione all’essere utile, attento e collaborativo cercando di ridurre i conflitti. Purtroppo per gli uomini, è un tratto più femminile che maschile.

7) Capacità di prendere decisioni: è una capacità richiesta soprattutto a chi ha intenzione di assumere posizioni di leader in azienda. Però attenzione: bisogna saper condividere e ascoltare, ma al momento opportuno anche saper decidere anche se questo potrebbe non piacere a qualcuno.

6) Intelligenza emotiva: capacità di riconoscere e comprendere, gestendo in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni. Questo risulterà sicuramente utile per scegliere il “momento giusto” in cui esprimere un’idea, opinione o giudizio assumendo un atteggiamento giusto.

5) Capacità di coordinarsi con gli altri: il lavoro in team è fondamentale all’interno di qualunque struttura aziendale. Saper lavorare in team e saper organizzare allo stesso tempo il proprio lavoro, modificando le coordinate iniziali quando necessario, è un aspetto da non sottovalutare.

4) Saper Gestire le persone: si tratta di saper gestire, motivare le persone sapendo riprendere il team oppure valorizzarlo quando serve.

3) Creatività: le soluzioni innovative possono fare la differenza all’interno di un sistema economico in crisi. Possiamo non portare l’idea giusta, ma sicuramente sono un’idea serve da stimolo per la visione nuova.

2) Pensiero critico: ma si tratta di un pensiero caratterizzato da processi mentali quali discernimento, analisi, e valutazione.

1) Complex problem solving: meno problemi e più soluzioni, In una situazione economica sempre più complessa, la capacità di riuscire a individuare una soluzione diventa fondamentale e pertanto è la prima competenza richiesta dalle aziende oggi.