Garanzia Giovani in Lombardia: Il 66% dei tirocini attivati entro 3 mesi si e’ trasformato in un rapporto di lavoro.

“‘Garanzia Giovani’ in Lombardia e’ stato un successo e lo dicono i numeri: abbiamo occupato 91.000 giovani con un investimento di 178 milioni di euro, tra risorse nazionali e regionali, abbiamo coinvolto 250 operatori e erogato alle aziende 83 milioni di bonus; sono state 19.803 le aziende che hanno effettuato un’assunzione. Questi numeri parlano di un record assoluto, nazionale, riconosciuto dai report del Ministero del Lavoro e dell’Anpal, l’agenzia nazionale per le politiche del lavoro”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, intervenuta con il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni nella sede di Afol Citta’ Metropolitana, l’agenzia metropolitana per la formazione, l’orientamento e il lavoro (Area Est Milano)alla conferenza stampa di presentazione degli esiti occupazionali di ‘Garanzia Giovani’, il programma regionale rivolto ai giovani tra i 15 e i 29 anni che offre opportunita’ di orientamento, formazione e inserimento al lavoro attraverso percorsi personalizzati in funzione di bisogni individuali.

“Afol – ha spiegato l’assessore Aprea – e’ un centro pubblico per l’impiego che non ha nulla da invidiare ai centri privati accreditati e che ha saputo creare una serie di alleanze territoriali e di reti, con il mercato del lavoro e con altri enti di formazione, per cui riesce a ottenere ottimi risultati e in particolare e’ sempre presente nella ‘Top ten’ degli operatori lombardi che non distingue tra privati e accreditati”.

“Il tempo medio per la presa in carico – ha poi ricordato l’assessore Aprea – e’ stato di 11 giorni a fronte di una media nazionale di due mesi; i contratti di lavoro sono stati di apprendistato, prevalentemente professionalizzante, quindi e’ un contratto che precede il tempo indeterminato; sono stati oltre 24.000 i contratti a tempo determinato, 11.763 quelli a tempo indeterminato e numerosi i tirocini che hanno comunque portato entro tre mesi alla trasformazione di un rapporto di lavoro in un contratto determinato o indeterminato”.

“Anche rispetto ai tirocini – ha proseguito l’assessore Aprea – abbiamo raggiunto un record nazionale: il 66 per cento dei tirocini attivati si e’ trasformato in un vero e proprio contratto di lavoro”.

“I giovani in Lombardia – ha chiosato Aprea – sanno di avere a disposizione luoghi, sportelli, dove fare il ‘match’, dove domanda e offerta si incontrano con buoni risultati”.

Per quanto concerne i settori di inserimento dei neo-assunti, la classifica e’ guidata dal manifatturiero, seguito dai servizi alle imprese, dalle professioni attinenti l’Ict (Informatiom communication technology), e su Milano, prevalentemente area metropolitana, dominano i comparti legati al ‘Made in Italy’, ossia le tre effe: food, fashion e furniture.

By | 2017-06-10T13:55:23+00:00 01, 06, 2017|News|

About the Author:

Marina Verderajme
Marina Verderajme è Presidente di ACTL, Associazione di Promozione Sociale, accreditata dalla Regione Lombardia e dalla Regione Siciliana per i servizi per il lavoro e certificata Iso 9001. Opera nel mondo del lavoro e dello stage attraverso www.sportellostage.it e Recruit, società di ricerca e selezione per profili giovani