Le aziende a fronte di un mercato del lavoro sempre più complesso stanno trasformando il modo di fare recruiting, abbandonando il tradizionale colloquio di lavoro.

Il processo di selezione, infatti, non si basa più solo sullo screening del curriculum e il colloquio frontale ma anzi, si amplia e si trasforma, a volte anche sotto forma di gaming, attraverso delle prove da superare singolarmente o in gruppo.

Questa trasformazione deriva dalla necessità di attirare le nuove generazioni e dalla costante e inarrestabile evoluzione del mercato del lavoro. Il colloquio lascia il posto ad application sempre più stimolanti, in linea con le aspettative dei nuovi laureati.

Tale attività viene definita Employer Branding, ovvero quel processo attraverso cui l’azienda promuove i posti di lavoro disponibili attraverso un’attività di marketing che migliora l’awareness pubblica del brand in generale. Questa attività non porta solo giovamento in maniera diretta nel conquistare i talenti migliori ma ha lo scopo di fidelizzare i dipendenti già presenti e in maniera indiretta anche i consumatori.

Recentemente Leroy Merlin, azienda francese operante nella grande distribuzione, specializzata in bricolage e fai-da-te, edilizia e giardinaggio, ha promosso TalentGoLM, iter di selezione per i giovani laureati diviso in più fasi. I partecipanti devono eseguire uno Skillgame, testo online multidisciplinare, successivamente, se rientranti nei 300 best performer, si prosegue con una video intervista per finire con un business game, gioco di simulazione manageriale di gruppo.

Anche Accenture con il Cyber Game, arrivato alla 2° edizione, offre un’opportunità dedicata a neolaureati triennali e laureandi magistrali per dimostrare le loro competenze ed entrare a far parte del team dell’azienda. L’iniziativa si è svolta all’interno del Cybertech Europe, uno dei più importanti eventi a livello mondiale dedicato alla sicurezza informatica. I partecipanti, divisi in team, si sono sfidati in un ambiente virtuale per simulare la violazione di un’infrastruttura di rete sotto la supervisione di una giuria di esperti, che ha decretato la squadra vincitrice.

Nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ELIS, in collaborazione con NTT Data Italia, promuove un Talent Camp mirato a formare e avviare alla carriera professionale per gli under 28, appassionati di informatica e in possesso di una laurea conseguita in quest’ambito o nel ramo matematico-ingegneristico. Il percorso formativo, della durata di 5 mesi, prevede: 2 mesi in aula a Roma e 3 mesi in azienda nelle sedi di Milano o Roma. I temi che verranno affrontanti durante il periodo di formazione comprendono programmazione Java v.8, Spark, Kafka, Cassandra, Scrum e soft skills.

Le competenze trasversali a cui le aziende mirano sono difficili da individuare nel curriculum o attraverso un colloquio di selezione, diventa dunque strategico l’utilizzo dei nuovi strumenti.

Questo panorama porta ad un’evoluzione del profilo del selezionatore. La persona incaricata della selezione diventa un coach, un leader ed una persona che riesca ad instaurare un rapporto diretto con i candidati, di fiducia e che sa fare le domande giusto per poter fare emergere le doti delle future risorse.