I consulenti del lavoro avranno accesso alla banca dati Anpal

Come previsto dalla legge di Bilancio, i consulenti del lavoro avranno accesso alle informazioni sullo stato di disoccupazione di un cittadino in procinto di essere inserito in azienda. Il professionista potrà consultare i dati dell’Agenzia nazionale delle politiche attive del lavoro, in modo da evitare le difficoltà incontrate nelle procedure fino ad oggi in vigore.

La novità, introdotta con l’art. 1 comma 801 della legge di Bilancio, stabilisce come l’Anpal dovrà comunicare ai soggetti iscritti all’albo informatico delle agenzie per il lavoro e ai soggetti accreditati ai servizi per il lavoro  i dati relativi alle persone in stato di disoccupazione.

Sino ad oggi la procedura prevedeva la richiesta da parte dell’interessato dei dati relativi al suo percorso occupazionale al centro dell’impiego ed inoltrare le informazioni al consulente del lavoro che a quel punto, comunicava all’azienda cliente se il soggetto avesse i requisiti per usufruire degli incentivi per l’assunzione.

Questo procedimento, oltre a non permettere al consulente di comunicare in maniera ottimale con l’agenzia cliente, causava una serie di problematiche vista la disarmonizzazione delle informazioni e la difficoltà nel coordinarsi dei centri per l’impiego posti in regioni differenti. La Fondazione dei consulenti dichiara in merito: “Grazie alla nuova norma si eviteranno criticità in occasione della stagione di incentivi alle assunzioni, nel coordinamento informativo fra i centri per l’impiego e le imprese. Adesso i consulenti del lavoro iscritti alla fondazione potranno accedere legittimamente alla banca dati dell’Anpal per confermare lo status occupazionale del candidato”.

Il deficit comunicativo portava il consulente del lavoro a rimborsare l’Inps a seguito di una ricostruzione non corretta dello storico del lavoratore, per colpa della macchina amministrativa. Il nuovo sistema dovrebbe essere operativo entro il mese di febbraio e dovrà scongiurare questo problema, essendo il professionista a reperire l’informazione in maniera diretta.

Questa scelta, come affermato da Marina Calderone – Presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, conferma la centralità dei consulenti del lavoro rispetto alla gestione del rapporto di lavoro e garantisce all’aziende le informazioni corrette per instaurare rapporti di lavoro con la possibilità di avere la decontribuzione applicata in base alle nuove assunzioni agevolate, previste dalla Finanziaria del 2018.

By |2018-04-03T08:45:11+00:0007, 01, 2018|News|

About the Author:

Simone Pivotto
Simone Pivotto si occupa per ACTL di marketing e comunicazione. Da sempre appassionato di nuovi media, opera come formatore in ambito social media marketing. Coniuga il mondo del digital con quello delle risorse umane lavorando all’inserimento dei profili più giovani nel mondo delle professioni digitali.