Vintage è bello, anche sul lavoro

A volte ritornano. No, non stiamo parlando del libro di Stephen King ma di alcuni mestieri dati per scomparsi che vedono, grazie alle nuove generazioni, una rinascita o se vogliamo un riscatto. Questi mestieri sono state messi nell’ombra e conservati nella memoria dei nostri nonni per tanti anni a discapito di professioni meno faticose e più redditizie. Oggi, però, sembrano vivere nei sogni di coloro che cercano un lavoro o che hanno bisogno di un nuovo inizio. Ecco allora che si fanno largo tra digital marketer, influencer e java developer professioni come barbiere, sarto, agricoltore, fabbro e pasticcere.

Il barbiere
La professione del barbiere è un mestiere antichissimo che rivestiva un ruolo importante nella vita di un uomo. L’iniziazione del passaggio da ragazzo a uomo, infatti, avveniva tramite il taglio della barba. Nell’ultimo periodo con l’apertura di numerosi barber shop, grazie anche alla moda hipster che ha rilanciato barba e baffi dalle forme e misure più strane, la figura del barbiere è diventata necessaria per un look impeccabile.

Il sarto
Non meno nobile dello stilista, il sarto è una figura professionale che non conosce crisi anche se è stato considerato “not cool” per molti anni. L’apice di questa professione è stata raggiunta nel dopoguerra con la creazione della moda prêt à porter fino alla nascita dell’Alta Moda. Oggi, nel 2018, la sartoria sta riscoprendo una nuova primavera, grazie alle nuove generazioni che amano rinnovare il proprio guardaroba in maniera autonoma e fabbricare pezzi unici. Inoltre, attraverso i numerosi corsi post diploma, work shop ed accademie le possibilità per intraprendere questo mestiere sono molteplici e non esclusivamente nell’ haute couture.

L’agricoltore
L’agricoltura è diventata terreno fertile per coloro che hanno bisogno di un nuovo inizio oppure vogliono investire sul proprio futuro. L’attenzione per il cibo, per i prodotti bio, sani e a Km0 ha totalmente invaso le nostre cucine e la nostra quotidianità tanto che ormai, da diversi anni, molti ragazzi decidono di intraprendere la strada della campagna. L’agricoltura nel 2018 non è più solo sudore e fatica ma anche tecnologia, sviluppo ed ingegneria. L’imprenditore oggi calza stivali, indossa salopette e va al lavoro col trattore.

Il fabbro
Un po’ come il sarto per la moda, il fabbro è stato la pecora nera delle figure professionale nel mondo del design. Le lavorazioni industriali, le produzioni seriali e la rapidità delle macchine, hanno messo a rischio l’arte manuale della lavorazione del ferro, i cui gesti, tecniche e strumenti, si sono tramandati per generazioni. Nonostante le produzioni industriali questo mestiere è fondamentale per la realizzazione di pezzi d’arte richiesti da tutto il mondo. Una professione unica per pezzi unici.

Il pasticciere
Il merito del rilancio di questa professione va annoverato anche ai numerosi programmi tv che hanno raccontato questo lavoro in maniera divertente, creativa ma sempre molto professionale. Il lavoro del pasticcere si è aggiornato, adattato alle nuove esigenze, mode, alimentari della clientela riuscendo sempre a proporre qualcosa di molto gustoso: dai dolci tradizionali al cake design fino ai dolci realizzati per i nostri amici a quattro zampe. Il lavoro del pasticcere è intramontabile come la torta di mele.

By | 2018-04-06T13:02:36+00:00 01, 04, 2018|News|

About the Author:

Laureata in arte, si è specializzata nella comunicazione degli spettacoli dal vivo. Dal 2017 si occupa della comunicazione all’interno di Job Farm.